Che cosa è la nefrite interstiziale?

La nefrite interstiziale, chiamata anche nefrite tubulare-interstiziale, è una malattia renale. Colpisce il liquido interstiziale dei reni che circonda i tubuli dell’organo. Provoca infiammazione dei tubuli e può gravemente compromettere la funzione dei reni.

La funzione dei reni è quella di elaborare sangue, filtrare i rifiuti e l’acqua in eccesso, trasformandoli in urina. Componenti minori all’interno dei reni chiamati nefroni sono principalmente responsabili di questo processo. Ci sono milioni di questi nefroni in ogni rene. All’interno di ogni nefrone sono tubi estremamente piccoli chiamati tubuli. Queste raccolgono urine nei reni, agendo come un filtro. Quando i reni contrappongono la nefrite interstiziale, questi tubuli diventano infiammati. Quando ciò accade, la funzione è fortemente limitata, con conseguente reni degenerati. Quando i reni non possono funzionare correttamente, il corpo diventa inondato di rifiuti e tossine che dovrebbero essere rimossi.

Il sintomo più comune della nefrite interstiziale è la diminuzione dell’uscita dell’urina. Mentre progredisce, i sintomi peggiori possono diventare prevalenti. Questi sintomi possono includere una febbre con nausea e vomito, eruzione cutanea e gonfiore del corpo, aumento di peso dalla ritenzione idrica, sangue nelle urine e un cambiamento nella capacità mentale. Molte volte le persone affette da una malattia renale diventeranno confuse o sonnolenti, poiché le tossine possono causare esaurimento e stanchezza.

La nefrite interstiziale può essere acuta o cronica, sia un episodio a breve termine che un tempo o un disturbo di lunga durata che gradualmente peggiora nel tempo. Ci sono molte cause diverse per la malattia e capire come la radice della causa è di solito il primo passo verso un completo recupero. Le reazioni a determinati farmaci possono causare frequentemente la nefrite sia attraverso una reazione allergica o da un uso ripetuto di medicinali come aspirina o farmaci antiinfiammatori. Il passaggio o l’arresto dell’uso dei farmaci in questione ripristinerà solitamente la funzione renale. Altre volte, la malattia può essere causata da un’infezione o come sintomo di un’altra malattia come lupus. Può anche essere un effetto collaterale del rigetto del trapianto.

Mentre la maggior parte dei casi di nefrite interstiziale è acuta, un tempo che non provoca problemi duraturi, i casi cronici possono disordini debilitanti che alla fine diventano pericolosi per la vita. Può eventualmente portare a insufficienza renale cronica e malattia renale di fase finale in cui i reni essenzialmente smettono di funzionare completamente. In questi casi la dialisi e persino un trapianto di rene pieno possono essere l’unica via efficace di trattamento.