Cosa è l’encefalopatia iposica?

L’encefalopatia ipossica è una condizione medica che avviene quando l’ossigeno che normalmente scorre al cervello viene ridotto o tagliato. Ci sono un paio di diverse ragioni per cui questo accade. A volte è una conseguenza naturale di qualcosa di simile a un colpo o ad un incidente traumatico, ma può anche essere causato da fattori ambientali, spesso legati alla pressione: le persone che volano in aeromobili non pressurizzati sono spesso particolarmente a rischio, come ad esempio i subacquei profondi che Non prendete le precauzioni appropriate o le cui misure di pressione funzionano male. Nella maggior parte dei casi la condizione è considerata una crisi medica e il trattamento è quasi sempre necessario per prevenire danni cerebrali permanenti o addirittura la morte. Il mancato trattamento può causare gravi danni alla lingua e alla visione. Infatti, le persone che soffrono di questo problema spesso mostrano diminuzioni di memoria, confusione generale e perdita del controllo del motore, una frequenza cardiaca aumentata è anche comune. Se va avanti per molto tempo, una persona può perdere la coscienza. I trattamenti sono di solito riusciti, ma molto di questo dipende da quando è stato catturato e quanti danni sono già stati fatti.

Le cause possono essere suddivise in due categorie principali: quelle che si verificano come conseguenza di un altro problema medico o di emergenza e quelle che risultano da un trigger esterno. I problemi del sangue come l’anemia, quando non c’è abbastanza ferro nel sangue, spesso contribuiscono, in quanto l’ossigeno prima di tutto cammina nel cervello attraverso il flusso sanguigno. Le condizioni respiratorie come l’asma possono anche giocare, in quanto questi impatti hanno quanta ossigeno una persona sta prendendo a tutti. In ognuno di questi casi, però, la condizione sottostante deve essere veramente estrema per portare all’encefalopatia. Ci sono solitamente alcuni segni di avvertimento che i pazienti possono guardare per impedire che le cose si scalino finora.

La condizione è anche un po ‘comune dopo incidenti o traumi che portano a shock, che è un problema di chimica del sangue o una forza sbarrata alla testa. Anche i colpi di schiacciamento alla gola e alle vie respiratorie possono essere un fattore. Inoltre, immersioni in acque molto profonde, che volano in aeromobili che non sono stati pressurizzati e che esercitano ad altitudini estreme senza una corretta acclimatazione, possono condurre anche alla condizione. La preparazione adeguata per queste attività o la loro evoluzione è importante nella prevenzione dell’encefalopatia ipossia.

Quando il cervello perde ossigeno, la prima risposta del corpo è di solito per aumentare il flusso di sangue al cervello. Se questa forma di auto-correzione non ha successo, gli individui inizieranno a sperimentare una diminuzione del funzionamento mentale, della memoria e del controllo del motore quando il cervello inizia a perdere lentamente la sua funzionalità. Altri sintomi di encefalopatia ipossica comprendono una tonalità bluastro alla pelle, un aumento della frequenza cardiaca, svenimenti e possibili confusioni. Gli individui che provano questi sintomi sono in genere incoraggiati a chiedere assistenza medica al più presto.

Il trattamento dell’encefalopatia ipossia varia un po ‘da un caso all’altro. In forme lievi della condizione, i pazienti possono sperimentare miglioramenti da misure semplici come respirare l’ossigeno puro, tipicamente da una maschera o un serbatoio medico. I casi più gravi possono richiedere farmaci o addirittura la chirurgia del cervello per correggere eventuali danni. La chirurgia non è sempre un’opzione vitale per tutti i pazienti, soprattutto se sono molto vecchi o che sono stati precedentemente diagnosticati con un sistema immunitario indebolito. I pazienti sono spesso incoraggiati a sottoporsi a terapie fisiche o professionali al fine di migliorare sia le competenze motorie fine e grossolane.

La prognosi di questa condizione dipende dalla rapida identificazione e cura dei sintomi. Coloro che sono stati diagnosticati con una leggera versione di encefalopatia, di solito si aspettano un recupero relativamente completo. I casi gravi, invece, possono portare a una prognosi del paziente più povera. Ad esempio, i pazienti che entrano in un coma a causa di questa condizione e rimangono in esso per un lungo periodo di tempo spesso sperimentano i peggiori tassi di recupero. I pazienti che presentano l’encefalopatia a sinistra hanno solitamente difficoltà con il linguaggio e il discorso, mentre quelli con danno destro possono avere difficoltà nell’interpretazione visiva o nell’esprimere emozioni.