Cosa è l’herpes gladiatorum?

Herpes simplex virus (HSV) talvolta produce un’infezione cutanea chiamata herpes gladiatorum. La condizione è anche conosciuta con i nomi matto pox, herpes rugbiorum, scrumpox, e l’herpes del wrestler. La trasmissione avviene attraverso la pelle e può influenzare i lottatori o i giocatori di rugby a causa della grande quantità di contatto cutaneo tra i partecipanti a questi sport. I sintomi includono bruciature dolorose che possono apparire sul viso, il collo e le braccia. La condizione può essere trattata con farmaci antivirali.

Tipicamente, l’HSV viene trasmesso dal contatto tra due membrane di muco. La trasmissione sessuale provoca ricadute di vesciche genitali dolorose e la trasmissione attraverso la saliva può provocare blister nella regione della bocca. Questo virus può essere trasmesso anche attraverso un contatto diretto tra pelle e pelle, e questo è il modo in cui gli individui sono infettati. Come accennato in precedenza, i focolai di questa condizione sono stati notati tra i lottatori ei giocatori di rugby.

I sintomi di herpes gladiatorum tipicamente coinvolgono lo sviluppo di dolori doloranti o ulcere sulla pelle. Più comunemente, le lesioni si trovano sul viso, le braccia e il collo, ei blister tendono ad apparire in gruppi. Talvolta alcuni pazienti affetti possono avere altri sintomi, tra cui febbre, mal di gola e ghiandole gonfie prima della comparsa delle vesciche a causa della loro infezione da HSV. Le bolle si rompono, lasciando la pelle sotto esposta, che potrebbe provocare un’infezione batterica secondaria se queste ferite non vengono mantenute pulite.

La diagnosi di herpes gladiatorum può essere compiuta in diversi modi. Molte volte la malattia appare come un focolaio, colpendo contemporaneamente più compagni di squadra o avversari passati. I blister tipicamente non si sviluppano fino a circa una settimana dopo l’esposizione iniziale, in modo da comprendere il tempo di quando le lesioni sviluppate possono essere utili. Per essere assolutamente sicuri che i sintomi sono dovuti all’infezione da HSV, possono essere eseguiti diversi test di laboratorio di conferma sia sul sangue del paziente che su un campione prelevato da un blister attivo.

I farmaci antivirali come acyclovir possono essere usati per trattare l’herpes gladiatorum. È importante iniziare il trattamento con questi farmaci non appena i primi sintomi vengono notati per ottenere il massimo beneficio. Alcuni pazienti possono avere una recidiva delle lesioni cutanee, in quanto il virus herpes simplex tende a dormire in alcune parti del corpo umano, in attesa di colpire di nuovo in una data successiva. Le ricorrenze possono essere trattate con un corto corso di farmaci antivirali. Se i pazienti hanno ripetuti ricorrenze, potrebbero prendere quotidianamente farmaci antivirali, anche se asintomatici, nel tentativo di arrestare gli episodi.

La prevenzione è un aspetto importante del controllo dello sviluppo e della diffusione dell’herpes gladiatorum. Gli atleti che partecipano agli sport di contatto dovrebbero assicurarsi di mantenere una buona igiene, di lavare regolarmente le loro uniformi e di disinfettare qualsiasi superficie esposta alla pelle. Le persone che hanno un focolaio di questa condizione dovrebbero essere escluse dagli sport di contatto per impedire loro di dare la malattia a altri atleti.