Qual è l’ipoganadismo?

L’ipogonadismo è una condizione in cui la funzione delle gonadi è compromessa, con conseguente riduzione della produzione di ormoni sessuali e potenzialmente in una riduzione delle cellule germinali pure. Questa condizione è più comunemente vista negli uomini, anche se può verificarsi anche nelle donne. Un certo numero di cause possono essere associate all’ipogonadismo e il trattamento comporta solitamente la conferma e l’affrontare la causa, se possibile, e la fornitura di ormoni supplementari che sostituiranno gli ormoni non prodotte dalle gonadi.

Alcune persone hanno ipogonadismo congenito, mentre in altri possono essere acquisite, il risultato di traumi, malattie e altri processi. Se questa condizione si manifesta nell’infanzia, può interferire con la pubertà perché gli ormoni sessuali non vengono prodotti a livelli adeguati. Anche i genitali non possono svilupparsi correttamente. Negli adulti la condizione può causare infertilità e varie altre cause.

Nell’ipogonadismo primario, il problema è con i testicoli o le ovaie stesse. Nell’ipogonadismo secondario, il problema è causato da una situazione altrove nel corpo, come un malfunzionamento della ghiandola pituitaria che provoca una ridotta produzione ormonale, con meno ormoni che raggiungono le gonadi. Quando le gonadi non ottengono segnali sufficienti dall’ipofisi, possono smettere di funzionare o sperimentare una riduzione della funzione.

Questa condizione può essere diagnosticata con esami del sangue per controllare i livelli ormonali. Testosterone negli uomini è l’ormone che viene utilizzato come indicatore, e nelle donne può essere fatto test per gli ormoni come l’ormone follicolo-stimolante (FSH). Le persone che sperimentano problemi di fertilità sono spesso assegnati a tali prove come parte del processo diagnostico, per eliminare il disturbo come una causa potenziale per problemi di fertilità. Questa condizione può anche essere diagnosticata come parte di un problema medico più grande come la sindrome di Klinefelter o la sindrome di Turner.

Il trattamento per l’ipogonadismo comporta la somministrazione di testosterone per compensare che l’ormone non sia prodotto dal corpo. Un medico può utilizzare i test del sangue per decidere il dosaggio appropriato e può richiedere diversi tentativi per ottenere il dosaggio giusto. I medici possono anche esplorare potenziali trattamenti per la causa di vedere se l’ipoganadismo può essere risolto, permettendo al corpo di produrre gli ormoni necessari da soli.

I cambiamenti nei livelli ormonali sono spesso considerati come una naturale conseguenza dell’invecchiamento, il che significa che la condizione a volte viene indirizzata nei pazienti anziani. Un medico può ritenere che la questione non sia una preoccupazione o confondere questa condizione con processi di invecchiamento normale. I pazienti più anziani possono voler considerare la consultazione di un gerontologo o di un endocrinologo che si concentra sul lavoro con i pazienti più anziani per ottenere la diagnosi e il trattamento appropriati.