Cosa è estratto di tè verde?

L’estratto di tè verde è derivato da foglie di camellia sinensis, la pianta da cui vengono preparati tè verde, nero e oolong. È associato a diversi benefici per la salute, molti sostenuti da una ricerca scientifica preliminare. Questo include potenziali proprietà anti-tumore e un forte effetto antiossidante che protegge il corpo dall’effetto dannoso dei radicali liberi. La comunità scientifica osserva tuttavia che è necessaria una continua ricerca.

Il tè verde è stato utilizzato per scopi medicinali in India e in Cina per quasi 5.000 anni. Viene fatto facendo vapore leggermente le foglie prima di consentire loro di asciugare, che aiuta a mantenere le proprietà attive dell’impianto. Il tè di Oolong è fatto lasciando le foglie fermentare leggermente prima dell’essiccazione e il tè nero è fatto facendo le foglie per fermentare più a lungo. La fermentazione rompe gli ingredienti attivi, rendendo il tè verde o il suo estratto il tè di scelta.

L’estratto di tè verde, come molte erbe, è standardizzato nella fase di produzione per garantire che una certa percentuale dei principi attivi rimangano presenti nella forma capsulata finale. Gli ingredienti attivi sono i polifenoli in forma di flavonoidi come catechine e epigallocatechin gallate (EGCG). I polifenoli, i flavonoidi, le catechine e l’EGCG sono potenti antiossidanti che sembrano interferire e ridurre la diffusione di alcuni tipi di cellule tumorali. L’attività antiossidante di EGCG in estratto di tè verde è presumibilmente fino a 100 volte più potente di quella di vitamina C o E.

Tra le popolazioni in Cina e in Giappone, dove vengono consumati alti quantità di tè verde, i tassi di cancro sono statisticamente inferiori. Oggi sta crescendo la ricerca scientifica da fonti affidabili che mostra risultati promettenti su come gli ingredienti attivi nel tè verde siano responsabili per abbassare i tassi di vario tipo di cancro.

Il Centro di Cancer Complessivo Jonsson di UCLA, un centro di ricerche per il cancro premiato nel 2005, ha riportato nella loro newsletter sul Cancer Discoveries 2005 che diversi studi pubblicati e riveduti hanno indicato che l’estratto di tè verde “induce la morte nelle cellule tumorali” senza pregiudicare le cellule cancerose Dalla produzione di “autonomia di sangue indipendente” necessaria per diffondersi in altre parti del corpo. Ciò indica che l’estratto potrebbe aiutare a mantenere il cancro contenuto, rendendo più facile il trattamento.

Gli studi condotti da altre università e cliniche rispettate hanno anche mostrato risultati promettenti che includono il cancro al seno, al fegato, al polmone e al colon, tra gli altri. La Clinica Mayo ha condotto un piccolo studio che utilizza quattro pazienti con leucemia linfocitica cronica (CLL). Tre dei quattro pazienti hanno mostrato una regressione significativa di CLL dopo aver preso l’estratto di tè verde per un periodo di pochi mesi. La prognosi del quarto paziente è stata migliorata, ma non significativamente. È necessario un processo più ampio per vedere se questi risultati possono essere ripetuti con coerenza.

L’estratto di tè verde potrebbe anche essere utile per migliorare la circolazione cardiovascolare riducendo la LDL o il “cattivo colesterolo”, sopprimendo l’appetito e migliorando l’ossidazione del grasso. Queste affermazioni non sono ampiamente accettate dalla comunità scientifica, tuttavia, perché sono basate su modelli animali e solo su alcuni studi umani.

Al momento dell’acquisto di questo estratto, gli acquirenti dovrebbero cercare un prodotto standardizzato a un minimo di 90% di polifenoli e del 55% di EGCG. Utilizzando questo standard, una capsula da 500 mg (mg) contiene 275 mg EGCG, (500 mg x 55% = 275 mg). La dose giornaliera suggerita, secondo alcune fonti, è di circa due bicchieri (473 ml) di tè verde al giorno, o l’equivalente di 200-400 mg EGCG al giorno. Si noti che il tè verde contiene caffeina naturale. I processi che eliminano la caffeina possono anche ridurre la potenza degli ingredienti attivi.

La qualità dell’estratto di tè verde varia tra marchi, pertanto i consumatori devono leggere con attenzione le etichette e non superare il dosaggio raccomandato. Questo integratore non deve essere usato al posto di cure mediche professionali e non è raccomandato per le donne in gravidanza o allattamento. Le persone dovrebbero visitare regolarmente un professionista sanitario e seguire una sana routine di dieta e di esercizio per una salute ottimale.