Qual è la sindrome diogene?

La sindrome di diogenesi è un disordine comportamentale insolito in cui i pazienti presentano sintomi di auto-trascuranza, scarsa pulizia e compulsione di accumulo. Questi sintomi possono apparire in persone anziane che vivono da soli o in coloro che hanno subito un evento traumatico. I pazienti possono avere sintomi di demenza, ma spesso questi pazienti sono mentalmente competenti. L’autocelebrazione e la scarsa igiene possono portare alla malnutrizione e ad altri problemi di salute fisica.

Questo disordine è stato originariamente chiamato dopo il eccentrico filosofo greco Diogenes di Sinope, che era conosciuto per essere emarginato e che viveva in un mercato. Non credeva di fare affidamento su altri o possedimenti materiali. Questi tratti sono stati descritti nei casi di casi di pazienti con sindrome di Diogene, ma la maggior parte dei pazienti presenta sintomi aggiuntivi, come la compressione compulsiva, che i Diogeni non avevano. La sindrome di diogenesi è spesso indicata come sindrome squalore senile.

Molti pazienti con sindrome di Diogene vivono da soli, sono reclusive e hanno pochi amici. Questi pazienti anziani non sembrano interessati alla propria igiene o alle condizioni di vita non sanitarie. Non cercano aiuto per questa condizione, e spesso viene scoperto da un parente o da un vicino. Molti di questi pazienti sono diffidenti di altri e possono essere non cooperativi. Spesso rifiuteranno il trattamento da parte degli operatori sanitari e chiederanno di essere lasciati soli.

Si ritiene che questo disturbo è una forma di disturbo della personalità che può essere innescato da un evento stressante come la perdita di un coniuge. Alcuni pazienti possono avere ulteriori sintomi come la demenza o la schizofrenia, ma molti sono molto intelligenti e consapevoli della loro situazione. Gli scienziati ritengono che i pazienti con sindrome di Diogenesi possano avere qualche disturbo nel lobo frontale del cervello che controlla la decisione e la preoccupazione per il proprio benessere.

Il trattamento di questo disturbo può essere impegnativo. Spesso i pazienti vengono ospedalizzati per brevi periodi di tempo per problemi acuti di salute fisica. Al ripristino, questi pazienti possono essere trasferiti in una casa di cura, ma la maggior parte vogliono tornare nelle loro case. La pulizia della casa da parte dei professionisti è spesso solo una soluzione temporanea, in quanto le condizioni di solito ritornano allo stato originale.

Questi pazienti sono solitamente sospetti degli altri, quindi i lavoratori sanitari oi parenti devono lavorare per sviluppare un rapporto di fiducia con il paziente. Il trattamento aggressivo può rendere i pazienti ritirati e diventare più reclusive. Le opzioni di trattamento includono anche farmaci per trattare altri sintomi, come la depressione o il disturbo ossessivo compulsivo. La socializzazione di questi pazienti nei centri di cura può essere anche un’opzione di trattamento.