Cosa è la carotidinia?

La carotidinia è un tipo di mal di testa che comporta anche dolore al collo, all’orecchio e al viso. Le alterazioni vascolari nell’arteria carotide del collo sono ritenute responsabili di questo tipo di dolore, anche se la causa esatta non è chiara. Alcuni dei più comuni sintomi della carotidinia includono dolore da un lato della testa e del collo, naso soffocante e occhi acquosi. Questi sintomi sono spesso confusi con altre condizioni mediche, come ad esempio un’infezione da orecchio, neuralgia trigeminale o tonsillite. Il trattamento più frequentemente coinvolge l’uso di farmaci da prescrizione di emicrania, anche se altri farmaci a volte possono essere utilizzati. Tutte le domande o preoccupazioni specifiche riguardanti la carotidinia devono essere discusse con un medico o un altro medico.

La maggior parte dei casi si verifica nei pazienti di età inferiore a 60 anni, anche se la ragione di questo è poco chiara. Molti pazienti presentano malattie come un’infezione respiratoria superiore o una tonsillite prima di sviluppare sintomi. L’esposizione al freddo sembra innescare sintomi in alcune persone. Dopo l’esame fisico, l’arteria carotidea del collo si ritrova tenera e gonfia, un evento che può aiutare a ottenere una diagnosi accurata. Non sembra essere una componente genetica all’insorgenza di questa condizione e i bambini di un genitore affetto non sembrano avere un rischio maggiore di sviluppare la carotidinia.

La diagnosi precoce è relativamente comune, con carotidinia spesso confusa con condizioni come la neuralgia trigeminale o la sinusite cronica. Molti pazienti affetti da questo disturbo hanno una storia di emicranie, anche se questo non è sempre il caso. Il dolore associato a questa condizione può essere molto grave e di solito coinvolge un lato del viso, del collo e della testa. I farmaci prescritti progettati per prevenire o trattare emicranie sono tipicamente usati per trattare questa condizione, a condizione che non siano presenti condizioni mediche sottostanti.

Una causa relativamente rara ma potenzialmente grave della carotidinia è conosciuta come arterite carotidea. Questa condizione può portare a sintomi quali la febbre, le orecchie, o il dolore che coinvolge la lingua o la mascella durante la masticazione. Possono verificarsi anche disturbi visivi, a volte causando cecità improvvisa. Di solito viene eseguita una procedura chirurgica minore conosciuta come una biopsia per diagnosticare accuratamente questa condizione e escludere la possibilità di complicanze più gravi. Una volta diagnosticata, l’arterite carotide viene in genere trattata immediatamente con l’uso di farmaci corticosteroidi nella speranza di prevenire la cecità irreversibile.