Cosa è la lateralizzazione del cervello?

La lateralizzazione del cervello è l’idea che i lati sinistro e destro del cervello svolgano e regolino una varietà di funzioni e comportamenti diversi. Ognuno dei due emisferi è responsabile di un insieme distinto di funzioni nella lateralizzazione del cervello: il lato sinistro gestisce processi di pensiero analitico, logico e verbale, mentre il diritto sorveglia processi più sensibili, come sentimenti, intuizioni e questioni sensoriali. I doveri dei due emisferi sono invertiti in persone a sinistra. Il pensiero che i due emisferi gestiscono queste funzioni e comportamenti del cervello per il funzionamento complessivo dell’individuo e possono essere utilizzati come una domanda di situazione è la teoria dietro la lateralizzazione del cervello.

A livello biologico, il cervello è separato nei suoi lati sinistro e destro dal callosum corpus, un cluster di fibre neurali situate lungo la fessura longitudinale. Il callosum corpus contiene più di 200 fibre che trasmette messaggi avanti e indietro tra i due emisferi, mantenendo la comunicazione che garantisce un funzionamento sano del cervello. I lati sinistro e destro del cervello sono fisicamente identici, e ogni lato somiglia a un’immagine speculare dell’altra. Nella pratica della mappatura del cervello, esperti di neurologia negli anni ’40 scoprirono che un emisfero del cervello, quando stimolato con corrente elettrica, ha evocato la reazione muscolare nel lato opposto del corpo, dando pertanto che il cervello sinistro controlla il lato destro di Il corpo e il cervello destro controllano la sinistra.

Nonostante la loro apparente forma fisica, ogni emisfero del cervello possiede le proprie responsabilità uniche. Il lato sinistro è specializzato nei fatti: la gestione del tempo, la razionalità, la disciplina, le regole, la struttura, l’impostazione degli obiettivi, la produttività, il ragionamento e l’intelletto sono tutte le questioni trattate dal cervello sinistro. Questo emisfero è anche responsabile della comprensione della matematica, della scienza, della tecnologia e delle parole, siano esse scritte, pronunciate o ascoltate.

Il lato destro del cervello si concentra su funzioni ritenute non verbali. Questo è l’emisfero che si occupa di arte, musica e creatività. Il lato destro gestisce le emozioni, il sognare, il colore, la spontaneità, il senso dell’umorismo e tutto ciò che riguarda i cinque sensi. Le competenze del motore sono anche gestite dall’emisfero destro.

I ricercatori incoraggiano lo sviluppo di ogni lato del cervello, il che comporta una lateralizzazione del cervello più completa. Tipicamente, come figli, l’uomo coltiva un lato più dell’altro, e in molti casi finisce per essere dubbioso verso o meno confortevole con il lato meno coltivato del cervello. Gli esperti, tuttavia, sostengono l’idea che entrambe le parti debbano essere sviluppate consapevolmente poiché molte situazioni di vita comuni richiedono chiaramente i doveri di un lato del cervello sopra l’altro. Una lateralizzazione complessiva più sana del cervello può fare affrontare gli alti e bassi della vita molto meno stressante.