Cosa è la terapia iv?

La terapia IV, o la terapia endovenosa, consiste nella somministrazione di fluidi essenziali direttamente nella vena. I medicinali oi nutrienti specifici sono tenuti in un sacchetto di plastica flessibile e un tubo di plastica lungo si estende dal fondo di questa borsa. Un ago ago è collegato alla estremità del tubo di plastica e viene inserito nella vena. La terapia IV può essere necessaria per una serie di motivi. Questo tipo di terapia è il modo più veloce per somministrare farmaci in tutto il corpo.

Ci sono diverse vene o siti che vengono utilizzati per il posizionamento di un IV. Le vene più comuni utilizzate sono sull’avambraccio. Occasionalmente, anche le vene sul dorso delle mani possono essere utilizzate. Se per qualche motivo queste vene comuni non possono essere utilizzate, un IV può essere posizionato in una gamba o nella zona del piede, anche se questo è molto raro. Un neonato può avere vene nelle braccia o nelle gambe troppo piccole per la terapia IV, nel qual caso le vene del cuoio capelluto possono essere utilizzate.

Gli aghi IV sono collocati in quello che viene definito come vene periferiche. Ciò significa che la linea IV è inserita solo nella pelle e non nel petto o nell’area addominale. L’ago ha una copertura in plastica chiamata cannula, che è in realtà un piccolo catetere esteso. Dopo l’iniezione iniziale con l’ago IV, l’ago può essere rimosso. Un catetere di cannula rimane stazionario all’interno della vena ed è così che i fluidi essenziali vengono somministrati durante la terapia IV.

Il cannula catetere viene fornito in diverse misure o calibri e vengono utilizzati per diverse cose. Ad esempio, un neonato richiederà una cannula di piccole dimensioni. La cannula di medie dimensioni viene utilizzata per cose come trasfusioni di sangue o donazioni di sangue. Più alto è il numero del misuratore, più piccola è la cannula. Le grandi cannula vengono tipicamente utilizzate in situazioni di emergenza per fornire immediatamente i fluidi essenziali.

Durante la terapia IV, possono verificarsi alcune complicazioni. Se il sito di iniezione non viene mantenuto pulito, può verificarsi un’infezione. Le vene sono molto fragili e quando l’ago e la cannula non vengono inseriti correttamente nella vena può danneggiarsi o strapparsi. Inoltre, un eccessivo sanguinamento può anche essere una complicazione della terapia IV. Quando la terapia IV viene utilizzata per un lungo periodo di tempo, la cannula deve essere cambiata ogni 96 ore per evitare infezioni.