Cosa è la mastoidite cronica?

La mastoidite cronica produce quando questa infezione dell’osso mastoidale dietro l’orecchio non risponde al trattamento iniziale o si ripete. Il mastoide è influenzato da un processo infiammatorio cronico che dura più di tre mesi. Questa condizione è spesso causata da una malattia infettiva nell’orecchio medio e da una membrana timpanica perforata, o da cisti benigne dell’orecchio. Anche se la mastoidite è generalmente curabile, può essere difficile da curare a causa della posizione e della densità dell’osso. Di conseguenza, l’infezione può ripetersi o diventare cronica e richiede un trattamento a lungo termine.

Il mastoid è situato proprio dietro l’orecchio esterno e sembra un nido d’ape incassato nell’osso che è pieno d’aria. È foderata da una membrana mucosa che comunica con lo spazio dietro il timpano. Come risultato di questo legame, l’infiammazione e l’infezione nell’orecchio medio possono portare ad un’infezione del mastoide stesso o della mastoidite.

La mastoidite è acuta o cronica. Un infezione acuta orale non trattata o inefficace è solitamente la causa della mastoidite acuta. Ciò provoca un’infezione batterica diretta nel mastoide che infiamma la pelle dietro l’orecchio esterno. Se l’infezione non viene trattata per più di due settimane, le pareti ossee all’interno del mastoide cominceranno a deteriorarsi.

La forma acuta può diventare cronica e portare a molte complicazioni, tra cui paralisi facciali, sordità e vertigini. Questo è di solito esasperato da un mezzo otite medio cronico, un’infezione midollare che provoca un orecchio perforato attraverso il quale il materiale infetto scava periodicamente. Può essere un fattore anche una cisti dell’orecchio benigno che blocca la connessione tra il mastoide e l’orecchio medio. L’osso non si deteriora nei casi di mastoidite cronica come avviene nella forma acuta. Al contrario, la fodera della mucosa diventa infiammata e addensata nel tempo.

Mentre i pazienti con mastoidite acuta possono sviluppare gonfiore della pelle dietro l’orecchio affetto, quelli con questa condizione possono essere praticamente privi di sintomi. Un tipico paziente con mastoidite cronica avrà un dolore e un aumento del drenaggio dell’orecchio quando la malattia dell’orecchio che colpisce il mastoide si risveglia. Se lasciato indiagnato e non trattato, può causare la cicatrici della fodera della mucosa mastoide e la perdita uditiva conduttiva.

La diagnosi di mastoidite cronica di solito inizia con un esame della testa. In genere, ci sarà un buco nel timpano attraverso il quale il fluido infetto si scaricherà. Come risultato di questa perforazione, l’individuo può avere qualche perdita uditiva. Il rivestimento dell’orecchio medio può apparire rosso e gonfio. Ulteriori prove come una scansione CT della testa e dell’orecchio, una radiografia del cranio o un drenaggio culturale dall’orecchio possono aiutare a confermare una diagnosi.

Il trattamento si rivolge generalmente all’infezione sottostante che colpisce il mastoide. Gli antibiotici vengono iniettati o presi per via orale. Se il trattamento antibiotico non ha successo, si può raccomandare la chirurgia. La chirurgia comporta la rimozione e lo svuotamento del mastoide o l’eliminazione dell’orecchio medio attraverso il timpano. I tubi di ventilazione possono essere inseriti per bypassare i tubi Eustachian che non funzionano bene.

Un individuo che ha una certa perdita uditiva con un orecchio ricorrente, dovrebbe considerare la consulenza di uno specialista dell’orecchio. La necessità di vedere uno specialista può essere acuta se l’orecchio affetto non ha risposto alla cura domestica o ad altri trattamenti come le gocce d’orecchio antibiotico. Qualsiasi infezione da orecchio batterica deve essere trattata al più presto per prevenire complicazioni come la mastoidite cronica.

Cosa è arnica salve?

Il salve di Arnica è un prodotto di guarigione cutaneo fatto con il fiore e talvolta il rizoma della pianta arnica montana. In Europa e nell’Asia centrale, l’arnica è stato usato fin dal XVI secolo per lenire le piccole afflizioni cutanee e dolori muscolari. I nativi americani hanno anche usato il fiore per scopi medicinali.

Arnica montana è un fiore che è nativo nelle montagne delle regioni subartiche, tra cui l’Europa settentrionale, l’Asia centrale, il Canada e il nord degli Stati Uniti. Il fiore è brillante, giallo profondo e sagomato simile a una margherita, con fusti fuzzy e fogliame sparso . Altri nomi comuni sono wolfsbane, tabacco di montagna, bane di leopardo e margherita di montagna. I fiori per i preparati medicinali vengono raccolti in tarda primavera poco dopo la fioritura e i rizomi possono essere raccolti alla fine dell’estate, quando le piante sono morte.

Arnica può essere usato come tintura o salvia. La tintura di Arnica viene fatta saldando i fiori in etanolo per diverse settimane, poi tirando fuori il materiale vegetale. Tinture diluite potrebbero essere utilizzate direttamente sulla pelle o in poultices o compresse. La salva è fatta mescolando la tintura in un olio di supporto o una preparazione più spesso preparata con cera d’api sottoposta a olio o ad un altro prodotto come la gelatina o la lozione petrolifera.

Se utilizzati su piccole afflizioni cutanee come piccole ferite o contusioni, il salva di arnica può ridurre la guarigione e la guarigione della velocità. Le sue proprietà curative sono ritenute dovute a componenti del fiore come l’helenalin, un antinfiammatorio che aiuta a prevenire l’edema. Studi in vitro hanno dimostrato che il fiore ha anche un’attività antimicrobica.

Arnica salve è anche efficace a ridurre il dolore muscolare e dolori da traumi, sovra-sforzo e sprains. Le preparazioni topiche riducono il gonfiore e, eventualmente, aumentano la circolazione intorno all’area, che solleva il dolore e il gonfiore. Alcuni corridori di maratona applicano arnica salve prima di una corsa per prevenire il dolore e ridurre la rigidità durante l’esecuzione. Arnica è inoltre disponibile nei rimedi omeopatici che vengono presi internamente per trattare o prevenire i dolori muscolari e le emicranie di emicrania.

A meno che l’arnica non sia in una preparazione omeopatica altamente diluita, non dovrebbe mai essere presa internamente. L’impianto è tossico in dosi elevate. Dose inferiori possono causare vertigini, nausea, palpitazioni cardiache o tremori. Il salve di Arnica non dovrebbe essere utilizzato anche su pelle irregolare o petto o ulcere della pelle a causa della possibilità di entrare nel flusso sanguigno. Alcune persone hanno reazioni cutanee all’arnica, tra cui eruzioni cutanee, eczema e prurito. Gli effetti collaterali esterni come questi sono più probabili con un uso frequente e a lungo termine.

Qual è il riassorbimento dentale?

Il riassorbimento dentale è un processo in cui il corpo inizia ad attaccare uno o più denti, trattandoli come corpi estranei che hanno bisogno di distruzione. I denti coinvolti verranno consumati e il paziente può provare dolore, intorpidimento e disagio, oltre a notare i cambiamenti nella forma e nella dimensione dei denti. Le cause del riassorbimento dentale non sono pienamente comprese e sono disponibili trattamenti, anche se a volte è necessario tirare i denti coinvolti.

Ci sono diverse forme di riassorbimento dentale. Il riassorbimento esterno inizia con gli strati esterni dei denti e tende ad essere più grave, mentre il resorption interno funziona fuori dal nucleo del dente ed è meno evidente in un primo momento. La gente può anche sviluppare il riassorbimento della radice, dove solo la radice del dente è coinvolta. Il riassorbimento interno e il riassorbimento della radice possono essere trattati con procedure di canale radicale, mentre il risorbo esterno di solito determina un’estrazione.

A volte, questo danno ai denti può essere legato alla malattia parodontale e ai processi infiammatori. L’infiammazione cronica può innescare reazioni immunitarie peculiari in quanto il corpo si adatta all’infiammazione e talvolta il corpo può iniziare ad attaccare i propri tessuti. In altri casi, non ci può essere causa chiara o segno di avvertimento per il riassorbimento, con il paziente che sviluppa spontaneamente problemi dentali. Anche le persone con denti sani e ben mantenuti possono riscontrare il risorbo.

Nelle persone con questo disturbo dentale, i raggi X dei denti, nonché un esame fisico, possono essere utilizzati per identificare il riassorbimento e determinare quanto è progredito. Queste informazioni saranno utili quando il dentista sviluppa un piano di trattamento e discute le opzioni con il paziente. Ricevere il trattamento è importante, in quanto il danno ai denti può causare dolore cronico e altri problemi per il paziente se è permesso persistere. È anche importante che i pazienti siano consapevoli che anche se la loro salute orale è stata in precedenza eccellente, possono ancora sviluppare riassorbimento dentale.

Gli esseri umani non sono gli unici animali che possono sperimentare riassorbimento spontaneo dei denti. Il riassorbimento dentale è anche molto comune nei gatti. Molti gatti anziani sviluppano lesioni nelle loro bocche come i loro denti si rompono con l’età. Un esame orale mostrerà spesso l’arrossamento e l’irritazione sintomatica dell’infiammazione attorno ai siti di denti fortemente erosi. Per i gatti, il trattamento è di solito l’estrazione dei denti coinvolti, e può essere necessario effettuare cambiamenti dietetici, come passare a cibi morbidi che il gatto può mangiare più comodamente.

Cosa è il folliculino?

Il folliculino è un’alternativa agli ormoni dell’estrogeno. Realizzato in estrone, un estrogeno secreto dalle ovaie, è stato creato per aiutare le donne con una varietà di problemi mestruali e fisici. Può anche aiutare a trattare il disagio emotivo.

Le donne che ricevono l’omeopatia possono avere Folliculinum consigliato loro dopo aver preso la pillola di controllo delle nascite. Questo è l’uso più comune del rimedio a base di erbe. Molti omeopati credono che la pillola di controllo delle nascite distorce i ritmi naturali del corpo, creando un senso di disconnessione e di malattie all’interno del corpo. Per ripristinare l’equilibrio del corpo, questo ormone è prescritto.

Nel trattamento di questi squilibri all’interno del corpo, si dice che l’estrogeno sintetico funzioni sui sintomi mentali, emotivi e fisici del paziente. Gli squilibri di ovulazione, come la macchia, la bruciore, la sindrome premestruale o il dolore durante la mestruazione, sono considerati curati dal rimedio. Le cisti ovariche, le ovaie policistiche ei fibromi possono essere trattati con Folliculinum.

Le sensazioni di essere emancipate, depresse o piante sono state note per essere alleviate da questa cura. L’indecisione, l’oscillazione dell’umore e gli attacchi di panico possono anche essere somministrati con il trattamento. Le voglie, in particolare per lo zucchero o il frumento, possono essere frenate prendendo l’estrogeno sintetico. Altri sintomi che possono avere un impatto positivo includono gonfiore, emicrania, diarrea, prurito, libido basso, libido, vomito, nausea e dolore al seno.

I sintomi della menopausa possono anche essere alleviati attraverso l’uso di Folliculinum. Lampeggiamenti caldi, sudorazione notturna e altri problemi di calore possono essere sollevati. Altri sintomi che possono essere abbassati attraverso il trattamento includono vertigini, secchezza vaginale, debolezza e ipersensibilità al calore, al rumore o al tatto. Alcuni omeopati sostengono che il rimedio può anche aumentare l’autostima e un senso generale di benessere.

Alcuni problemi postnatali possono essere curati con Folliculinum. L’incapacità di legarsi con una neonata, depressione postnatale e altre condizioni considerate come il risultato di uno squilibrio può essere curata con il composto. Le donne in gravidanza e infermieristiche dovrebbero chiedere a un medico prima di utilizzare il rimedio per questi scopi.

Malattie cardiovascolari e problemi quali angina, tachicardia o palpitazioni possono essere rimediati a volte con il supplemento. Può anche essere utile nel trattare i disturbi alimentari. La malattia di Raynaud, un disturbo in cui gli arti esterni acquisiscono una freddezza e un intorpidimento, è un’altra condizione curabile dalla medicina omeopatica. Anche altri disturbi vascolari simili possono essere alleggeriti.

Il folliculino può produrre effetti negativi in ​​caso di uso eccessivo. Si consiglia una consultazione con un omeopata o un medico prima dell’uso. Il rimedio può essere utilizzato anche dagli uomini in alcune situazioni.

Cosa è la carotidinia?

La carotidinia è un tipo di mal di testa che comporta anche dolore al collo, all’orecchio e al viso. Le alterazioni vascolari nell’arteria carotide del collo sono ritenute responsabili di questo tipo di dolore, anche se la causa esatta non è chiara. Alcuni dei più comuni sintomi della carotidinia includono dolore da un lato della testa e del collo, naso soffocante e occhi acquosi. Questi sintomi sono spesso confusi con altre condizioni mediche, come ad esempio un’infezione da orecchio, neuralgia trigeminale o tonsillite. Il trattamento più frequentemente coinvolge l’uso di farmaci da prescrizione di emicrania, anche se altri farmaci a volte possono essere utilizzati. Tutte le domande o preoccupazioni specifiche riguardanti la carotidinia devono essere discusse con un medico o un altro medico.

La maggior parte dei casi si verifica nei pazienti di età inferiore a 60 anni, anche se la ragione di questo è poco chiara. Molti pazienti presentano malattie come un’infezione respiratoria superiore o una tonsillite prima di sviluppare sintomi. L’esposizione al freddo sembra innescare sintomi in alcune persone. Dopo l’esame fisico, l’arteria carotidea del collo si ritrova tenera e gonfia, un evento che può aiutare a ottenere una diagnosi accurata. Non sembra essere una componente genetica all’insorgenza di questa condizione e i bambini di un genitore affetto non sembrano avere un rischio maggiore di sviluppare la carotidinia.

La diagnosi precoce è relativamente comune, con carotidinia spesso confusa con condizioni come la neuralgia trigeminale o la sinusite cronica. Molti pazienti affetti da questo disturbo hanno una storia di emicranie, anche se questo non è sempre il caso. Il dolore associato a questa condizione può essere molto grave e di solito coinvolge un lato del viso, del collo e della testa. I farmaci prescritti progettati per prevenire o trattare emicranie sono tipicamente usati per trattare questa condizione, a condizione che non siano presenti condizioni mediche sottostanti.

Una causa relativamente rara ma potenzialmente grave della carotidinia è conosciuta come arterite carotidea. Questa condizione può portare a sintomi quali la febbre, le orecchie, o il dolore che coinvolge la lingua o la mascella durante la masticazione. Possono verificarsi anche disturbi visivi, a volte causando cecità improvvisa. Di solito viene eseguita una procedura chirurgica minore conosciuta come una biopsia per diagnosticare accuratamente questa condizione e escludere la possibilità di complicanze più gravi. Una volta diagnosticata, l’arterite carotide viene in genere trattata immediatamente con l’uso di farmaci corticosteroidi nella speranza di prevenire la cecità irreversibile.

Che cosa è gastroparesis?

La gastroparesi è un disturbo gastrico che si sviluppa come conseguenza di danni ai nervi che controllano il modo in cui il cibo si muove attraverso il tratto digestivo. La principale conseguenza di questo disturbo è che lo svuotamento dello stomaco dura più del normale, causando alimenti a muoversi molto lentamente attraverso il sistema gastrointestinale. La gastroparesi è anche conosciuta come lo svuotamento gastrico ritardato.

Il nervo che controlla il movimento del cibo attraverso lo stomaco e l’intestino è chiamato nervo vagus. Il nervo vagus funziona controllando le contrazioni muscolari che propongono il cibo attraverso il tratto digestivo. Quando il nervo è danneggiato, i muscoli non ricevono la giusta quantità di stimolazione e il cibo si muove molto più lentamente attraverso il sistema gastrointestinale.

Il danno nervoso legato al diabete è la causa più comune di gastroparesi. Altre cause di danno del nervo includono infezioni virali, malattie del reflusso gastroesofageo e disturbi del sistema nervoso, dei muscoli o del metabolismo. L’uso a lungo termine di farmaci che influenzano le contrazioni intestinali, come i narcotici, possono danneggiare il nervo vagus. In alcuni casi, il danno del nervo è idiopatico, il che significa che una causa non può essere trovata dopo i test diagnostici.

Il danno al nervo vagus causa sintomi che si riferiscono all’incapacità dello stomaco e dell’intestino di trattare i prodotti alimentari ad un tasso normale. Possibili sintomi includono bruciori di stomaco, nausea, dolore addominale superiore, vomito, gonfiore, spasmi dello stomaco, reflusso gastroesofageo, perdita di peso e sensazione piena dopo aver mangiato solo una piccola quantità di cibo. Le persone con diabete potrebbero trovare i loro livelli di zucchero nel sangue sono più difficili da controllare.

Il lento movimento del cibo attraverso il tratto gastrointestinale può causare gravi complicazioni. Quando il cibo rimane nello stomaco per troppo tempo, può cominciare a fermentare, provocando la sovraesplosione batterica. La complicanza più pericolosa è la formazione di bezoari, grosse masse di cibo che possono causare vomito e nausea e possono diventare alloggiati nello stomaco e bloccare l’apertura del piccolo intestino.

La gastroparesi è una condizione cronica, perché il danno al nervo vagico non può essere curato. Piuttosto che invertire il danno, il trattamento per questa condizione comporta l’uso di farmaci e modifiche alimentari per alleviare i sintomi e ridurre il rischio di complicanze. I farmaci prescritti per trattare questa condizione includono farmaci anti-nausea, antiemetici per diminuire il vomito e farmaci che aiutano lo stomaco vuoto più rapidamente.

I cambiamenti dietetici che possono contribuire ad alleviare i sintomi della gastroparesi includono ridurre il grasso e la fibra nella dieta e evitare le bevande gassate. Il grasso rallenta lo svuotamento dello stomaco e la fibra è difficile da digerire, il che significa che questi nutrienti possono peggiorare i sintomi e contribuire alla formazione di bezoari. Mangiare piatti più piccoli e più frequenti possono contribuire a ridurre i sintomi. Le persone che non ottengono un beneficio da questi cambiamenti potrebbero provare una dieta di alimenti liquidi o pura che vengono digeriti più facilmente e svuotati dallo stomaco più rapidamente.

Qual è la perdita di peso estrema?

La perdita estrema o la perdita di peso rapida è definita rispetto ai normali obiettivi di perdita di peso. Nel piano di dieta medio, perdendo uno a due chili (.45-.91 kg) alla settimana è di solito considerato ottimale. Quando la gente perde più di due libbre (.91 kg) alla settimana, specialmente per diverse settimane alla volta, questo è considerato veloce e quantità significativamente maggiori possono essere considerate estreme perdite di peso. Mentre alcune persone lo sostengono per la persona media, la maggior parte delle persone suggerisce che tale perdita pesante è adatta solo per gli obesi morbosi o che si aspettano solo in coloro che sono stati sottoposti a un intervento chirurgico bariatrico.

Ci sono molte persone che vogliono spargere peso velocemente, forse in un paio di settimane per una qualche forma di evento speciale, come un matrimonio, una promessa o una riunione di scuole superiori. Dietro di solito sono meglio serviti prevedendo di perdere un po ‘ogni settimana invece di provare diete di crash che possono temporaneamente abbandonare una quantità maggiore di poundage. La perdita estrema di questo tipo si presta ai problemi di dieta yo-yo in così tanti incontri ed è spesso seguita da una rapida sospensione di una dieta, aumento di peso che equivale o supera la perdita. I cambiamenti nei modelli di dieta e di esercizio che sono più facili da mantenere e che continuano e che non contribuiscono a un senso di privazione totale di cibo o di perdita nutrizionale sono molto più salutari.

La maggior parte delle forme di estrema perdita di peso che non sono chirurgiche sono composte da due fattori. La gente mangia un conteggio calorico molto basso o in altri modi ha diete molto limitate come evitare tutti i carboidrati o solo bere liquidi. Questo è generalmente combinato con un alto livello di esercizio, tipicamente un’ora o più al giorno. Grandi quantità di liquidi vengono consumate per spargere il peso dell’acqua in eccesso e per contribuire ad affrontare la fame. Questo tipo di pianificazione può in modo significativo provocare la reazione, dal momento che i corpi di alcune persone rallentano in risposta alla bassa assunzione di cibo e di esercizio supplementare. Ciò può causare un aumento di peso invece di perdere.

L’importo a cui la perdita di peso estrema è problematica aumenta con la quantità di tempo impiegato usando una tale dieta. Alcune persone scatenano una dieta più moderata con una settimana o due di diete estreme e altri come i rapidi risultati di perdita di peso di perdita di peso veloce e continuano a perseguire la dieta aggressiva e l’esercizio fisico. Quest’ultimo gruppo è più a rischio di disavanzi nutrizionali, poiché l’assunzione di calorie molto basse non può adeguatamente sostenere le necessità nutrizionali. A volte i piani dietetici compensano questo con l’aggiunta di integratori alimentari, ma questi potrebbero non essere sufficienti.

Un’altra definizione di estrema perdita di peso sta perdendo grandi quantità di peso durante un periodo di tempo indefinito. Questo è comune nelle persone che hanno la chirurgia di perdita di peso e anche quelle persone che erano precedentemente molto obesi e hanno trovato altri modi per perdere il peso. È concepibile per le persone perdere centinaia di chili, questo è pensato utile se si ottiene una manutenzione sana peso. I metodi chirurgici di perdita di peso creano rischi di salute e di nutrizione in corso e questi richiedono una considerazione.

Cosa è la malattia cardiaca ischemica?

La malattia cardiaca ischemica è il termine medico per una condizione che molti di noi sanno informalmente come malattia coronarica. Questa condizione, anche se trattabile, può essere “silenziosa” e non causare sintomi notevoli in alcune persone che lo hanno. In altri casi, questa condizione crea sintomi scomodi, che è in realtà una buona cosa dal momento che il trattamento preventivo per la condizione può iniziare. Anche con il trattamento disponibile, i casi “silenziosi” potrebbero non essere notati e possono causare una morte improvvisa a causa di un attacco cardiaco massiccio o di aritmie fatali.

In sostanza, è possibile definire la malattia cardiaca ischemica come depositi di grasso o placca che si verificano nelle pareti delle arterie coronarie. Poiché questi depositi riducono il flusso di sangue al cuore, possono verificarsi diverse cose. In primo luogo, il cuore deve pompare più duramente per ottenere la sua necessaria alimentazione di ossigeno. Ciò può portare ad allargamento del muscolo cardiaco, che è molto pericoloso, soprattutto se le persone non sono a conoscenza del problema. L’ingrandimento del cuore e l’abbassamento dell’alimentazione di ossigeno possono causare aritmie improvvise, e l’occlusione totale di un’arteria coronarica potrebbe portare all’incidenza di attacchi cardiaci. La malattia cardiaca ischemica è una delle cose più probabili per creare attacchi cardiaci ed è responsabile per la morte di circa mezzo milione di persone all’anno solo negli Stati Uniti.

Ci sono diversi fattori di rischio per lo sviluppo di questa condizione. Questi includono la storia della famiglia, i livelli di colesterolo elevato, il sovrappeso, il fumo, l’alta pressione sanguigna e perseguire diete che sono alte di grasso (anche se non si traducono in aumento di peso). Lo stress è un’altra causa che può creare la condizione, di solito in combinazione con altri sintomi. Nei primi anni della condizione, la maggior parte delle persone non è a conoscenza di averlo, a meno che non cominciano a sviluppare dolori al petto durante l’esercizio fisico.

Una volta diagnosticata una malattia cardiaca ischemica, inizia un piano di trattamento con farmaci e cambiamenti nello stile di vita. I cambiamenti nello stile di vita includono la dieta a basso contenuto di grassi, l’esercizio fisico regolare, la perdita di peso e il fumo. Questo sarà solo parte della battaglia in quanto non necessariamente invertire i depositi grassi nelle arterie coronarie.

L’obiettivo è quindi di prevenire la peggioramento della malattia cardiaca ischemica, e questo avviene con una varietà di farmaci. Questi includono il conferimento di nitrati per il dolore al petto, i beta-bloccanti per rallentare la frequenza cardiaca riposante, i farmaci del canale del calcio che possono prevenire aritmie e sangue diradamento, o specificamente i farmaci di tiraggio delle piastrine che aiutano a mantenere il sangue da coagulazione in arterie più strette delle normali. I farmaci anti-colesterolo chiamati statine, che aiutano a ridurre il colesterolo nel sangue, possono anche essere utilizzati per ridurre la maggiore accumulazione delle placche nelle arterie coronarie. A causa del potenziale di aritmie improvvise per la vita, la condizione può essere ulteriormente trattata con l’impianto di un defibrillatore, che aiuta a controllare i ritmi cardiaci anormalmente veloci.

Se i medici ritengono che la malattia cardiaca ischemica sia abbastanza grave, possono optare per diverse procedure chirurgiche o non invasive per affrontare la condizione. La gente può avere trattamenti come l’angioplastica a palloncino, che può aiutare a allargare le arterie coronarie se non stanno ricevendo un’adeguata alimentazione del sangue al cuore. In alternativa, la chirurgia bypass coronaria può aiutare a migliorare la condizione del cuore. Se l’allargamento del cuore è grave e il pericolo di infortunio miocardico fatale o di aritmie pericolose per la vita rimane incontrollato con un defibrillatore impiantato, allora può essere richiesto il trapianto di cuore.

Cosa è la terapia iv?

La terapia IV, o la terapia endovenosa, consiste nella somministrazione di fluidi essenziali direttamente nella vena. I medicinali oi nutrienti specifici sono tenuti in un sacchetto di plastica flessibile e un tubo di plastica lungo si estende dal fondo di questa borsa. Un ago ago è collegato alla estremità del tubo di plastica e viene inserito nella vena. La terapia IV può essere necessaria per una serie di motivi. Questo tipo di terapia è il modo più veloce per somministrare farmaci in tutto il corpo.

Ci sono diverse vene o siti che vengono utilizzati per il posizionamento di un IV. Le vene più comuni utilizzate sono sull’avambraccio. Occasionalmente, anche le vene sul dorso delle mani possono essere utilizzate. Se per qualche motivo queste vene comuni non possono essere utilizzate, un IV può essere posizionato in una gamba o nella zona del piede, anche se questo è molto raro. Un neonato può avere vene nelle braccia o nelle gambe troppo piccole per la terapia IV, nel qual caso le vene del cuoio capelluto possono essere utilizzate.

Gli aghi IV sono collocati in quello che viene definito come vene periferiche. Ciò significa che la linea IV è inserita solo nella pelle e non nel petto o nell’area addominale. L’ago ha una copertura in plastica chiamata cannula, che è in realtà un piccolo catetere esteso. Dopo l’iniezione iniziale con l’ago IV, l’ago può essere rimosso. Un catetere di cannula rimane stazionario all’interno della vena ed è così che i fluidi essenziali vengono somministrati durante la terapia IV.

Il cannula catetere viene fornito in diverse misure o calibri e vengono utilizzati per diverse cose. Ad esempio, un neonato richiederà una cannula di piccole dimensioni. La cannula di medie dimensioni viene utilizzata per cose come trasfusioni di sangue o donazioni di sangue. Più alto è il numero del misuratore, più piccola è la cannula. Le grandi cannula vengono tipicamente utilizzate in situazioni di emergenza per fornire immediatamente i fluidi essenziali.

Durante la terapia IV, possono verificarsi alcune complicazioni. Se il sito di iniezione non viene mantenuto pulito, può verificarsi un’infezione. Le vene sono molto fragili e quando l’ago e la cannula non vengono inseriti correttamente nella vena può danneggiarsi o strapparsi. Inoltre, un eccessivo sanguinamento può anche essere una complicazione della terapia IV. Quando la terapia IV viene utilizzata per un lungo periodo di tempo, la cannula deve essere cambiata ogni 96 ore per evitare infezioni.

Qual è il massaggio integrato?

Il massaggio integrato, noto anche come massaggio eclettico, è un metodo terapeutico che combina i principi del massaggio e della carrozzeria. Come altre discipline somatiche, esso incorpora elementi fisici, emotivi e spirituali. In altre parole, sostiene un approccio olistico-mentale al benessere piuttosto che su un punto di vista fisiologico o ambientale.

Diverse tecniche pratiche vengono usate nel massaggio integrato per promuovere i cambiamenti fisiologici. Ciò si ottiene concentrandosi principalmente sul sistema fasciale, o sul tessuto connettivo del corpo. Come terapia somatica, questo tipo di massaggio spesso coincide con movimenti guidati e altre tecniche di carrozzeria per stimolare i muscoli atrofisti e rilasciare i tessuti molli compressi.

In generale, il massaggio è una pratica antica risalente a almeno 3.000 anni. Mentre può semplicemente sentirsi bene, i suoi benefici per la salute sono ben documentati oggi. Infatti, le tecniche di massaggio integrato sono diventate pratiche standardizzate in molti programmi di riabilitazione fisica. Inoltre, viene utilizzato come terapia complementare per un’ampia varietà di condizioni, come l’artrite, l’alta pressione sanguigna, l’infertilità e la disfunzione immunitaria. Naturalmente, uno dei suoi maggiori benefici può essere la riduzione dello stress.

La terapia di massaggio integrata è utile anche nella gestione del dolore. Infatti, le varie tecniche utilizzate sono spesso riscontrate nei programmi di terapia sportiva. Oltre ad aumentare il flusso di sangue e ossigeno ai muscoli, migliora anche la flessibilità articolare. I praticanti riconoscono questi benefici per aumentare la produzione e il rilascio di endorfine, il dolore antidolorifico del corpo.

Questo tipo di massaggio ha anche applicazioni nel trattamento di disturbi depressivi e ansiosi. Il rilascio della tensione e dello stress è attribuito al miglioramento dei sintomi fisici. Tuttavia, molti soggetti che ricevono massaggi riportano anche un miglioramento dell’umore. Inoltre, è stato notato per promuovere una migliore qualità del sonno e una maggiore concentrazione.

Un terapista di massaggio integrato può impiegare una delle 250 tecniche di massaggio che sono emerse nel corso dei secoli. Più spesso, però, svilupperà un piano che utilizza una combinazione di tecniche orientate all’individuo. Alcune di queste tecniche comprendono terapie abbastanza ben note come l’acupressione o il Reiki. Generalmente, però, le sessioni di terapia possono prevedere che includano variazioni di impastatura, tappatura e applicazione della pressione a punti mirati.